Ing. A.Rossi

Estrazione e disattivazione enzimatica

Estrazione a caldo

SEPARARE PELLI E SEMI CON L’ESTRAZIONE A CALDO

In seguito alle operazioni di disattivazione enzimatica Hot Break  e Cold Break , si rende necessaria la separazione di pelli e semi dal succo destinato alla concentrazione. Ing. A. Rossi presenta una tecnologia affinata in oltre 60 anni di esperienza, con diverse soluzioni a seconda delle capacità richieste.
I turbo estrattori Eureka per l’estrazione a caldo con i quali lavoriamo presentano le seguenti caratteristiche:

  • Singolo o doppio corpo con motorizzazioni indipendenti comandate tramite inverter;
  • Setacci di diverse dimensioni facilmente e velocemente sostituibili;
  • Pale smontabili per consentirne una facile ed economica sostituzione;
  • Distanza tra pale e setaccio modificabile tramite semplice regolazione anche con macchina in moto;
  • Automatismi per il lavaggio ad intervalli prefissati tramite iniezioni di acqua.

Estrazione a freddo

ESTRAZIONE A FREDDO PER PRODOTTI DI ELEVATA QUALITÀ

In caso sia necessario ottenere puree di frutta o verdura di elevata qualità e naturalezza, Ing. A. Rossi propone in alternativa alla tradizionale estrazione a caldo, un’estrazione a freddo da anteporre alla fase di disattivazione enzimatica.
Per garantire la massima resa del prodotto, il processo di estrazione a freddo è composto da tre stadi distinti di triturazione, separazione ed estrazione. Il frutto passa per un sistema in grado di agevolare la rottura della polpa e la separazione dai noccioli e infine arriva alla passatrice dove avviene l’eliminazione di pelli, semi e noccioli.
Tutte le fasi di estrazione avvengono in ambiente controllato, per evitare la degradazione delle caratteristiche del prodotto dovute alla prematura ossidazione causata dal contatto con l’ossigeno.

Hot break

TRATTAMENTO HOT BREAK PER POMODORO

Il trattamento Hot Break permette, grazie alle alte temperature raggiunte (anche superiori a 90°C), di bloccare l’attività degli enzimi pectolitici responsabili dell’idrolisi dei polisaccaridi costituenti della struttura del frutto e della conseguente separazione polpa-siero.
I prodotti trattati con tecnologia HB si prestano, data l’elevata consistenza del succo così ottenuto (sia in termini di Bostwick che di Blotter), alla produzione di prodotti quali Ketchup o pizza sauce.


TRATTAMENTO HOT BREAK PER FRUTTA

Data la natura particolarmente sensibile della purea di frutta, come quella di mele, pere, pesche e albicocche, Ing. A. Rossi ha sviluppato una tecnologia in grado di fermare l’attività degli enzimi naturalmente contenuti all’interno dei frutti e responsabili della loro disgregazione strutturale.
I gruppi HB per frutta presentano bassi tempi di permanenza ad alta temperatura grazie a tubi di sosta con ridotti volumi e tubi di sosta con ridotti volumi. In questo modo il ridotto rapporto tra prodotto circolante e prodotto in ingresso riduce lo shock termico subito dalla polpa, permettendo un passaggio alle temperature finali più graduale ed evitando la degradazione nei colori e nel gusto.

Cold break

TRATTAMENTO COLD BREAK PER ESALTARE COLORE E GUSTO

Per ottenere una buona resa d’estrazione a condizioni termiche delicate, il trattamento Cold Break limita le temperature raggiunte a valori generalmente compresi tra i 65°C e i 73°C, in modo da favorire la preservazione di colore e gusto. Venendo meno la vera e propria inattivazione enzimatica, il prodotto così ottenuto risulta meno viscoso rispetto ad un prodotto Hot Break.
A differenza del processo Hot Break, nel processo Cold Break il prodotto attraversa i tubi scambiatori senza ricircolare in tubi di sosta, in modo da rendere più graduale l’incremento di temperatura e ridurre al minimo l’esposizione del succo agli shock termici.

Trituratori in linea, a martelli, presse, denocciolatrici, gruppi di filtrazione, gruppi di enzimazione e pelatura

Ing. A. Rossi si avvale di svariati processi di lavorazione per il tuo prodotto, adattandosi alle tue necessità e rispondendo ad e esigenze specifiche.

 

  • TRITURATORI IN LINEA O A MARTELLI
  • Il trituratore in linea consente di sminuzzare il prodotto, in modo grossolano o molto fine, utilizzando differenti tipologie di griglie. Il prodotto ha facile accesso alle griglie, agevolando così lo scambio termico nella successiva fase di disattivazione enzimatica, sia essa di tipo Cold Break che Hot Break. Ulteriore vantaggio della presenza dei trituratori è lo sminuzzamento di eventuali filamenti erbosi sfuggiti ai controlli di cernita, che potrebbero provocare una parziale o completa ostruzione dei tubi scambiatori dei gruppi CB ed HB, se non ridotti in piccole dimensioni. I trituratori in linea si applicano al pomodoro e ad alcuni tipi di frutta senza nocciolo.
  • I trituratori a martelli flottanti di Ing. A. Rossi consentono la lavorazione di mele, pere, carote o peperoni; frutta e verdura per la quale, subito dopo la cernita, si rende necessaria la triturazione che permette lo svolgimento delle successive fasi di lavorazione.
  • PRESSE
  • Necessarie per ottenere dei succhi torbidi o chiarificati da frutti come la mela.
  • DENOCCIOLATRICI A RULLI E PULITRICI DI NOCCIOLI A SPRANGHE
  • Per frutta come pesche, susine, albicocche o mango, per la quale è fondamentale separare la polpa dal nocciolo e recuperare tutta la polpa che rimane su di esso nella prima operazione di separazione.
  • GRUPPI DI CENTRIFUGAZIONE, DECANTAZIONE, ENZIMAZIONE E FILTRAZIONE
  • Accessori di processo necessari all’ottenimento di specifici succhi di frutta torbidi e chiarificati.
  • PELATURA E CUBETTATURA
  • Indispensabili nel caso in cui il prodotto desiderato sia costituito da pomodori pelati o cubettati.